Interviste
cread-me

Intervista ai Fondatori di “cread.me” la Piattaforma per Creativi

10 Flares 10 Flares ×
Sharra e ti sarà Sharrato! (Dal Social Vangelo secondo Mark 6:38-48)
Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+2Share on LinkedIn9Pin on Pinterest1Buffer this pageEmail this to someone

Normalmente un’intervista inizia con una piccola introduzione, ma Sasà ed Enrico non sono persone qualunque, quindi l’introduzione se la fanno praticamente da soli 😉 raccontandoci al volo chi sono, che lavori fanno, cos’è cread.me e raccontandoci al volo dove e come nasce il brand. Ma prima il video di presentazione:

Buona lettura!

S-E: cread.me è un progetto che nasce dalla combinazione di un concept fortemente innovativo in ambito di comunicazione, ideato da Sasà Tomasello (creative marketer) e la tecnologia della piattaforma meemi.me di Enrico Scognamillo (creative developer).

Sasà Tomasello

Sasà Tomasello

Enrico Scognamillo

Enrico Scognamillo

Fondamentalmene erano anni che più che professionisti ci sentivamo Creative Advisory, ovvero dei consulenti creativi, mettevamo la nostra esperienza e capacità a servizio dei clienti, non eravamo e non siamo dei semplici esecutori di idee altrui ma ci piace scegliere di lavorare su progetti che ci possano coinvolgere a 360 gradi, quindi poter dire la nostra ed essere non solo ascoltati ma anche presi in considerazione come degli Advisor, appunto.

Da qui nasce la prima bozza di Creative Advisory, rappresentata dal più famoso bollino “Parental Advisory” utilizzato dalle case discografiche per porre l’attenzione sul contenuto “testo esplicito”, così abbiamo giocato sul concetto di “comunicazione esplicita” da qui il logo che vuole essere un bollino proprio per rimarcare l’attenzione su un prodotto altamente Creativo.

CreativeAdvisory

Chiaramente, era difficile riuscire a far tenere a mente un naming così lungo e soprattutto formato da 2 parole e in più visivamente riconducibile ad un altro prodotto, così un po’ per non creare confusione, un poco perchè volevamo che avesse un forte segno distintivo abbiamo deciso di abbreviare il nome in “cread”, in realtà cread.me letto con il me finale del dominio (credmi). Orecchiabile, gioca con il concetto di creativo (creadivo), ma anche (me creativo = essere creativo, “io cread” – “credimi”). Il logo venuto da se lavorando sulle emoticon che tanto piacciono ai social addicted per esprimere pensieri e stati d’animo sullo stream, nato e ribattezzato “shaka” una emoticon che fa il saluto dei surfisti, il più famoso saluto alla Ronaldino, lo “shaka Brah”, ci è piaciuto subito e lo abbiamo promosso a mascotte della community fino a diventare esso stesso BRAND e quindi marchio di cread.me.

Al: Quand’è cread.me ha iniziato a farsi spazio nelle vostre menti?

S-E: Quando, la nostra esperienza in oltre 10 anni di professione e la collaborazione da anni su vari progetti, il confrontarsi e condividere sempre quotidianamente le nostre esperienze, ci hanno portato a considerare un progetto che fosse un network orizzontale di affinità, un progetto ambizioso nato dall’idea che la commistione di professionalità ed esperienze possa generare risposte sempre nuove alle sfide che quotidianamente emergono nel mondo della comunicazione.

Al: Dove accade il tutto? I luoghi sono importanti: dove si vive e dove ci si trovava quando una scelta è stata presa, meditata e discussa.

S-E: Siamo entrambe Napoletani, vabbè Campani è più corretto, io, Sasà, napoletano trapiantato ad Ischia per amore, Enrico Aversano trapiantato a Milano per scelta di vita. Galeotta, a farci incontrare la rete ed a farci conoscere ed approfondire la conoscenza Meemi.com il progetto che da alcuni anni Enrico (aka @capobecchino) coltiva come un figlio, credendoci ed andando avanti tra mille difficoltà. Ma ciò che ci ha permesso di costruire un rapporto di amicizia che và al di là del rapporto professionale. Insomma Meemi era un po’ come incontrarsi al bar, tutti i giorni. E’ stato il luogo che ha dato il via alla nostra collaborazione da prima sullo stesso meemi, poi in ambito professionale fino al giorno in cui sottoposi ad Enrico la mia idea di startup innovativa sul mondo che ogni giorno vivevamo e che ci dava da mangiare.

Al: Perchè? E’ fondamentale il “perchè”, è ciò che fa la differenza tra: stasera mi ubriaco e lancio sassi sulla tangenziale e credo che creerò una piattaforma per creativi…

S-E: E’ una questione di empatia, credo. Chiacchierare di lavoro tra di noi è sempre stato un momento aggregativo, mai litigi, mai sovrapposizioni, sempre tanto rispetto e collaborazione per venire a capo delle problematiche e anche tanta tanta voglia di collaborare. Parlavamo tanto, ma tanto. Di ogni cosa, si passava dall’ultimo sito visto che ci ispirava passando per la politica e arrivando fino agli affari familiari, insomma eravamo proprio diventati amici e ci siamo sempre stimati e rispettati molto. Mai andati fuori dalle righe ed anche i “vaffa” sono sempre stati molto scherzosi, mai offensivi. Insomma ci piace unire le nostre capacità e ad un certo punto abbiamo deciso che dovevamo fare questo matrimonio.

Esempio di Portfolio su cread.me

Esempio di Portfolio su cread.me

Al: La creazione di un progetto di tale portata non è gratis, come avete iniziato?

S-E: Non siamo partiti da ZERO, avevamo già l’ossatura pronta grazie al lavoro fatto su meemi, questo molto importante, ma non abbiamo neanche speso molto in termini economici, cosa che non si può dire dal lato dell’investimento in termini di tempo (su questo siamo già extra-extra budget), abbiamo lavorato giorno, notte, weekend e ogni tanto anche rubando o meglio prendendo in prestito il tempo al lavoro (quello che ci da’ da vivere). Ma siamo molto convinti che i nostri sforzi saranno premiati.

Al: In breve ci date un po’ di numeri sulla piattaforma, in modo da farci un’idea sulla portata odierna della piattaforma? 

S-E: Attualmente la piattaforma è in beta e dal primo aprile abbiamo già raggiunto quota 800 iscritti, e dalla sua nascita sono stati condivisi 13.707 memi. 10.015 testi, 119 citazioni, 1.980 foto, 724 link, 38 eventi e 831 video, 4800 visite, di cui 1500 uniche, 35000 visualizzazioni di pagina. Tutti dati che ci fanno ben sperare, considerando che sono tutti risultati importanti ed ottenuti a costo ZERO.

Non un solo soldo è stato ancora speso in campagne, pubblicità o altro, ci stiamo affidando esclusivamente al buzz attraverso i canali sociali ed un lavoro di Social media e diffusione di contenuti attraverso il nostro blog oltre a qualche partecipazione ad eventi.

Lo Stream di cread.me

Lo Stream di cread.me

Al: Sapete già come monetizzare o lo state già facendo? Se no, come pensate possa accadere?

S-E: Abbiamo individuato il nostro Core Business, abbiamo steso il Business Plan ed individuato almeno 4 modelli di business dai quali la piattaforma può attingere, questo mantenendo la community assolutamente GRATUITA per gli utenti e anzi con la speranza di coinvolgerli e offrire noi a loro la possibilità di poter guadagnare attraverso la loro partecipazione ai nostri progetti.

Al: Convinceteci in pochissime parole che la vostra piattaforma è la scelta migliore. Insomma vendetecela!

S-E: cread.me è la piattaforma dei creativi nata dai creativi. Nata per esigenza, in un momento in cui il mercato creativo è in forte ribasso e dove le stesse multinazionali faticano a tenere e/o assumere i giovani talenti, specialmente quelli italiani. cread.me si ripropone di offrire tutta la visibilità possibile ad ogni utente attraverso la pubblicazione del proprio profilo ed il posizionamento (meritocratico) del proprio profilo nelle posizioni più in evidenza della nostra piattaforma e premia i migliori lavori.

Mette un art director in condizione di poter lavorare con un copywriter, un grafico con un illustratore, un web designer con un programmatore o un project manager con un account. Offre una vetrina per le agenzia che cercano un talento che spicca maggiormente per un determinato lavoro.

Offrirà la possibilità di costituire delle mini agenzie che lavoreranno in team su campagne e prodotti creativi di larga scala. Strizzerà l’occhio al mercato di riferimento. Non sto qui a parlar male dei concorrenti ma posso asserire che questi non strizzano certo l’occhio al bel paese. Noi si, lo si evince dal marchio stesso 😉

Al: Siete dei creativi, quindi, se doveste raccontare Cread.Me citando: una adv famosa, un payoff/copy famoso, una musica e una onomatopea?

S-E: Come ho detto cread.me prende spunto dal bollino Parental Advisory quella è la forma di “ADV” a cui si ispira, il suo concetto di “Explicit Communication”, sicuramente un brano di ‪joey cape – making friends‬ ovvero fare amicizia proprio come è accaduto a noi due co-founder di cread.me un concetto a cui crediamo fortemente.

Certamente “Shaka” è la figura retorica che più ci rappresenta, un invito a vedere sempre il bicchiere mezzo pieno e non scoraggiarsi, prendersi il proprio spazio sulla piattaforma e trovare amici con cui interagire ma sopratutto ai quali poter chiedere aiuto, nella più larga accezione del termine.

Al: Fatevi: un complimento, una critica feroce e onesta, una promessa a voi stessi per il prossimo futuro.

S-E:

Complimento: Bravi e sopratutto determinati!

Critica: siamo molto lenti e lavoriamo in corso d’opera non riuscendo a pianificare e se lo facciamo arriviamo sempre con l’acqua alla gola. Più che una critica (lo è guardando la cosa dal lato aziendale) un monito, non essendo cread.me ancora in grado di darci la sicurezza economica a cui auspichiamo, siamo soggetti al nostro lavoro, avendo etrambe mogli e prole da sfamare e vi assicuro che siamo tutti ottime forchette. 😀

La promessa: riuscire a rimanere come siamo, solari, gioiosi, rispettosi di noi stessi e degli altri, ma sopratutto credere sempre in ciò che facciamo nonostante le molte e credetemi molte, difficoltà che incontriamo sul mosto cammino. E possibilmente riuscire, come fin d’ora è accaduto, a non dover mai scendere a compromessi o dover snaturare il nostro progetto iniziale, che vede il creativo/utente al centro della piattaforma.

Sharra e ti sarà Sharrato! (Dal Social Vangelo secondo Mark 6:38-48)
Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+2Share on LinkedIn9Pin on Pinterest1Buffer this pageEmail this to someone

Classe 83. Nato a Treviso e laureato in Scienze delle Comunicazioni di Massa all'Università di Padova con un master in Digital Marketing & Communication, lavora come Marketing & Communication Manager. Bastian contrario per filosofia ama guardare sempre all'opposto di ogni affermazione, legge o trend perchè nulla non può essere messo in discussione e tutte le medaglie hanno il loro rovescio. Sito personale: Alvise Comin

Beati i Commentosi, perché troveranno Risposta! (Dal Social Vangelo secondo Mark 5,1-7,28)
1 Comments
Leave a Comment

10 Flares Facebook 0 Twitter 0 Google+ 0 Pin It Share 1 LinkedIn 9 10 Flares ×