Advertising
Sony Be Moved campagna 2014

Sony scopre di avere una storia e si dà una mossa!

2 Flares 2 Flares ×
Sharra e ti sarà Sharrato! (Dal Social Vangelo secondo Mark 6:38-48)
Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0Share on LinkedIn2Pin on Pinterest0Buffer this pageEmail this to someone

“Sony esiste, ha una storia ed è supercool, #sapevatelo!”

La nuova campagna Sony “Be-Moved” potrebbe descriversi così, in una sola frase.

Mi sono sempre sorpreso negli ultimi anni quanto il nome Sony fosse sottostimato. Certo molti apprezzano i loro pc VAIO, altri apprezzano le loro tv, altri ancora gli impianti stereo, tantissimi adorano la PlayStation, ecc… ma non conosco qualcuno che mi abbia mai detto: “Vecchio, Sony spacca di brutto! Hanno inventato la musica in mobilità chiamandola Walkman negli anni 80, i loro design sono spettacolari e avanzatissimi, e poi pubblicano film e musica da panico…”

Giusto per capirci fino ad oggi questo colosso mondiale nato nel 7 maggio 1946 in Giappone e che oggi fattura qualcosa come 105 miliardi di dollari finora non aveva mai comunicato singolarmente come corporate dando valore ad una storia, ad una tradizione e a dei valori che farebbero venire le bave ad ogni marketer sulla terra.

Probabilmente ci volevano anche le menti giuste. Wieden+Kennedy a quanto pare lo erano e non si sono lasciati scappare l’occasione sfruttando furbescamente proprio la storia del brand partendo giustamente dal più storico di questi successi: il Walkman!

Per te che leggendo non hai la minima idea di cosa io stia parlando (PS: mi spiace per l’incidente che ti ha lasciato in coma negli ultimi 45 anni, ben tornato!) eccoti un link, un video per aggiornarti e un numero: oltre 330 milioni di pezzi venduti.

I creativi di W+K partono quindi dal più conosciuto e quindi ormai familiare dei prodotti della casa di Tokio per poi sapientemente passare al presente dove Dj Cassidy (sotto contratto con la Columbia, casa discografica di proprietà Sony BMG 😉 ) che suona con tablet, cd-player e altri accessori della casa.

Poi è il momento di ricordare l’apporto al cinema della casa (non solo dal punto di vista della produzione ma anche della ripresa, del suono e dei supporti). In sequenza vediamo sfilare infatti la giovanissima Quvenzhane Wallis, che sarà la protagonista della nuova interpretazione di Annie (ovviamente firmata Sony Pictures), l’attore Grizz Chapman di 30 Rock e Spike Lee, seduto dietro ad una macchina Sony ovviamente e già che c’è rimproverà gli attori che sono lì non per giocare con la Play ma per girare un film.

Insomma, il video diretto da Stacy Wall (già regista adv per Adidas, Nike, Microsoft, Levi’s ecc…) e girato tra Los Angeles, New York e Tokyo è una grande produzione carica di esempi ricchi e specifici della storia e dell’influenza culturale del marchio Sony, che cerca così di dimostrare come il pubblico abbia effettivamente vissuto la propria esistenza strettamente legata al marchio e ai prodotti dello stesso, anche quelli che lo coinvolgono meno direttamente.

Grande attenzione merita il tono dell’iniziativa. Sony riesce veramente a posizionarsi in modo unico a mio parere. Se Apple ha la voce un po’ glaciale e stronzeggiante di chi produce il futuro (per quanto abbiano cercato di addolcirsi con un po’ di emozione qua e là); Google d’altro canto sembra una ragazzina emotiva e dalla lacrima facile, ovvero quella che intensifica, unisce e raccoglie tutti i momenti della tua vita; Sony invece sceglie di essere sì emozionante, ma giocosa.

La sensazione che si ha è certo di un marchio tech ma non freddo o complicato. L’idea sembra quella di un amico di sempre, un amico di quelli che vuole farti divertire alla festa e probabilmente di questa sensazione è complice anche la colonna sonora, la hit degli WHO “Join Together”.

La campagna include poi altri 4 video, che se possibile preferisco più del primo!

Essenzialmente sono 4 filmati che presentano in modo divertente e ironico dei nuovi prodotti Sony come il visore 3d, l’ottica fotografica sincronizzabile con lo smartphone e gli auricolari per nuotare … beh vederli è la cosa migliore.

Penso sinceramente Sony abbia imboccato un’ottima strada cercando di ricucire assieme tutte le branche della corporation e dando così vita nuova ad un marchio che sinceramente mi ero quasi scordato esistesse nella mia vita.

Sharra e ti sarà Sharrato! (Dal Social Vangelo secondo Mark 6:38-48)
Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0Share on LinkedIn2Pin on Pinterest0Buffer this pageEmail this to someone

Classe 83. Nato a Treviso e laureato in Scienze delle Comunicazioni di Massa all'Università di Padova con un master in Digital Marketing & Communication, lavora come Marketing & Communication Manager. Bastian contrario per filosofia ama guardare sempre all'opposto di ogni affermazione, legge o trend perchè nulla non può essere messo in discussione e tutte le medaglie hanno il loro rovescio. Sito personale: Alvise Comin

Beati i Commentosi, perché troveranno Risposta! (Dal Social Vangelo secondo Mark 5,1-7,28)
No comments so far!
Leave a Comment

2 Flares Facebook 0 Twitter 0 Google+ 0 Pin It Share 0 LinkedIn 2 2 Flares ×